Naval Action
6.5

Recensione Naval Action

Naval Action: Commercio, Pirateria e Intensi Combattimenti in questo Sandbox Navale

Commercio, Pirateria e Intensi Combattimenti in questo Sandbox Navale

Naval Action ha attirato la mia attenzione ben quattro anni fà quando era entrato in Early Access. Mi ricordo che mi era piaciuto fin da subito e la mia speranza era che potesse diventare il degno erede di Pirates of the Burning Sea. L'altro giorno, sfogliando la lista dei nuovi giochi usciti su Steam, ho notato che Naval Action era uscito dall' Ealry Acces. Quindi ho deciso di tornare in gioco e vedere come Game-Labs aveva lavorato su questo titolo e se era riuscita a soddisfare le mie aspettative.

Dopo averci giocato diverse ore ho deciso di scrivere questa recensione di Naval Action, perchè probabilmente in molti si staranno chiedendo se ne vale la pena acquistarlo vista che non costa proprio pochissimo. Darò uno sguardo soprattutto all'economia e al crafting, alle cose che mi hanno fatto storcere il naso e alle cose che mi piacciono di questo sandbox navale. Buona Lettura!

L' Economia in Naval Action

A seconda dei vostri gusti, ci sono diversi aspetti del gioco che vi potrebbero piacere di più e altri di meno. Uno di quelli che personalmente mi affascina di più è l'economia. Ogni isola ha diverse risorse che possono essere raccolte dai giocatori e rappresentano il primo step nel ciclo del crafting. Il numero degli edifici che potete avere per raccogliere le risorse o per lavorarle è limitato però.

Anche se a qualcuno potrebbe non piacere il limite imposto sugli edifici che si possono avere, a me sinceramente piace molto. I mercati sono guidati dal rapporto domanda/offerta. Assicurandosi che nessun giocatore possa avere un monopolio su un prodotto o risorsa, permette a tutti i giocatori di avere manovra d'azione sul mercato. Questo è anche un sistema che aiuta a prevenire che alcune gilde diventino troppo potenti e che rovinino il gioco a tutti. Ovviamente, può succedere come in ogni gioco PvP in cui l'economia è guidata dai giocatori, ma la limitazione sugli edifici rende la cosa più difficile. Più giocatori di una gilda sono coinvolti in un processo, meno efficiente diventa e questa cosa è positiva per il gioco.

Il gioco, quindi, invoglia molto a fare commercio e crafting, cosa che secondo me dovrebbe essere la colonna portante di ogni MMO. La nacessità di trasportare le risorse per lunghe distanze, inoltre, dà vita a scontri in alto mare veramente adrenalinici.

Sono presenti anche delle quests che ci chiederanno di trasportare delle merci o dei passeggieri. E' un modo solido per utilizzare in maniera intelligente i sistemi di gioco e creare nuovi modi per racimolare soldi extra. Il crafting è difficile, ovvero ci sono molti tipi di risorse e ricette per ottenere i materiali necessari. E' reso ancora più complicato dalla grande varietà di materiali per costruire gli oggetti. Ogni tipologia di legno, per esempio, fornisce differenti bonus e penalità e quindi deve essere scelto a seconda delle proprie necessità, fondi e playstyle.

L'economia sembra avere a tutti gli effetti un buon bilanciamento tra complessità di un prodotto e la semplicità di tutto il sistema. Devo solo fare un paio di appunti. Il primo è che non ho ancora avuto la possibilità di scavare molto a fondo nell'economia, quindi potrei averla sovrastimata o sottostimata. Il secondo è che l'economia è intaccata dalla bassa popolazione sui server. Se ci fossero più giocatori sicuramente ci sarebbe più domanda e quindi si creerebbero nuove opportunità di gameplay.

L'attenzione ai dettagli di Naval Action

Un'altra cosa che credo sia molto bella, è il livello dei dettagli che offre Naval Action. Sono sicuro che a molte persone questo livello di complessità non piacerà, ma devo dire che a me impressiona molto. I modelli delle Navi sono curati alla perfezione ed è stupendo entrare in battaglia solamente per notare tutti i dettagli delle animazioni del combattimento.

Ci sono diverse tipologie di navi e ognuna è curata minuziosamente. LE navi sono piene di funi che corrono in ogni direzione e le vele non sono solo renderizzate alla perfezione, ma sono anche funzionali. Imparare a manovrare le vele non è facile, quindi richiede pratica ed abilità.

Il PvP in Naval Action

Un'altro aspetto del gioco che divide la community è il PvP. Ci sono servers PvE, ma visto che mi piace la sfida ho preferito un server PvP. Per la maggior parte, se la propria nave viene affondata o catturata, si rimane a piedi. Anche se si è di livello alto come me, questa è una cosa che bisogna sempre tenere in mente quando si lascia il porto, e personalmente vi fà venire sempre le palpitazioni.

Comunque anche se si perde la nave non si è completamente rovinati.  Si può sempre compare una o due navi in ogni porto in cui si respawna, e una è quasi sempre gratuita. Volendo si possono acquistare anche delle navi per soldi veri. Comunque tutte le navi migliori sono quelle costruite dai giocatori. Queste possono essere distrutte o rubate, e quando succede è sempre una presa a male. Quindi quando si salpa, bisogna essere sempre sicuri di avere un tesoretto o avere altre navi pronte.

Una cosa che ha generato questo stile di gameplay hardcore è una sorta di collaborazione tra traders e giocatori orientati al combattimento. La chat Nazionale è aggiornata constantemente con locations e coordinate di imbarcazioni straniere, fornendo così una sorta di intelligence alla propria nazione. I PvPers utilizzano questi report per fare attacchi alle navi della nazione avversaria e occasionalmente per fare delle imboscate alle navi della propria nazione.

Mi piace questo sistema non solamente perchè è bello vedere spesso persone che non si conoscono collaborare tra di loro, ma crea profondità al gioco. Quando un commerciante è attaccato e inizia a fare manovre evasive per prendere tempo, l'aggressore si deve sempre chiedere se stia temporeggiando per aspettare i rinforzi.

Vale la pena di comprare Naval Action?

La risposta a questa domanda è soggettiva. Per me è stato un buon acquisto. Mi piace il periodo in cui è ambientato, i dettagli delle navi e il sistema di navigazione, e generalmente i giochi con un'economia ben strutturata acquisiscono sempre qualche punto in più ai miei occhi. Mi senti di dire che se vi era piaciuto Pirates of the Burning Sea, allora vi piacerà anche Naval Action.

Comunque, il gioco ha alcune lacune e la grafica è un pò datata. Non mi sento neanche di consigliarlo a chi è interessato soprattuto al PvE visto che IA non è accezionale. Credo che questo gioco non sia adatto a tutti coloro che sono abituati ai giochi AAA o ai giochi free to play.

Ho sentito anche alcune persone lamentarsi del fatto che il gioco è pay to win, ma non sono pienamente d'accordo. E' sicuramente vero che si hanno dei vantaggi acquistando delle cose, ma non sono dei vantaggi tali da renderlo un pay to win. Si possono acquistare diverse navi e summonarle giornalmente per esempio. Non si possono perdere se catturate o distrutte, ma comunque possono essere utilizzate solamente una volta al giorno e non sono competitive paragonate alle navi costruite dai giocatori.

In conclusione, se vi piace questo genere allora potreste pensare di provarlo. Altrimenti, potete cercare dei video o dei giocatori che fanno degli stream per farvi un'idea più precisa di cosa offre questo gioco.



lascia un feedback

Naval Action

Naval Action

Naval Action è un gioco sandbox di simulazione navale eccitante, realistico e stupendo che immerge i giocatori in uno dei periodi più belli della storia navale, ovvero quando le vele solcavano i mari! Ospitato in un gigantesco mondo open world, sono presenti diverse nazioni storiche con i propri vascelli, tra i quali scoppiano degli avvincenti combattimenti nautici. Difficilmente troverete un migliore MMO navale di questo!

6.5
Positivo:
  • Navi molto dettagliate
  • Sistema di navigazione impeccabile
  • Economia ben strutturata
  • Molti tipi di navi
Negativo:
  • Grafica datata
  • Pochi giocatori
  • A volte ripetitivo
Commenti
Effettua il login per commentare!!