Recensione Maggio 26, 2018, 12:57:02 Pubblicata da mmo-arena

H1Z1: Questo Nuovo Battle Royale Riuscira' a Distinguersi Dagli Altri?

H1Z1 è un videogioco d'azione sviluppato e prodotto da Daybreak Game Company. Il titolo è stato pubblicato in accesso anticipato per Microsoft Windows sulla piattaforma Steam il 15 gennaio 2015, e ufficialmente come free-to-play il 28 febbraio 2018. Il gioco viene inoltre lanciato su console il 22 maggio 2018 per Playstation 4 e in data da destinarsi per Xbox One. Dal marzo 2016 il gioco è stato suddiviso in due progetti separati: H1Z1: Just Survive in esclusiva per Windows, e H1Z1: King of The Kill, una versione battle-royale per PC e console. Nell'agosto 2017 Just Survive viene scorporato dal brand H1Z1, lasciando King of the Kill come unico titolo ufficiale.

PRO:
  • Partite da Piu' di 100 Giocatori
  • Molte Features
  • Brillante
  • I Veicoli Hanno Molto Potenziale
CONTRO:
  • Problemi di Lag
  • Microtransazioni

Ne ha fatta di strada H1Z1 da quando era in Early Acess nel lontano 2015. Ha fatto il suo debutto originariamente come uno shooter zombie survival come DayZ, ma oggi H1Z1 è diventato la sua modalità di gioco sperata che era conosciuta come King of the Kill, il battle royale originale, talmente popolare che ha ispirato dei titoli di successo come PUBG e Fortnite. Adesso che finalmente ha raggiunto l'Early Acces nella forma free-to-play, riuscirà a stare al passo con questi due giganti del genere Battle Royale? Non del tutto. Anche se è un buono shooter, l'approccio troppo lineare al genere di H1Z1 limita il suo appeal e la sua longevità.

In H1Z1, fino a 150 giocatori si paracadutano su un'isola per darsi battaglia fino a che non rimarrà in piedi solamente un sopravvissuto. Il combattimento risulta essere molto frenetico e in scala minore rispetto agli altri Battle Royale, dando molta enfasi a scontri a corto raggio. Non cè molta pianificazione strategica, si incentra molto sul riuscire a fare kill.

Nella lobby della pre-partita, si sceglie in quale zona della mappa ci si vuole paracadutare, avendo a disposizione informazioni sulla posizione delle safe zones e sulla densità dei giocatori nelle diverse aree. Questo fornisce al giocatore la possibilità di essere sempre al centro dell'azione e di dar vita a partite molto rapide.

Gli scontri a fuoco sono in stile arcade e sono molto simili a quelli di Counter Strike e Call of Duty. Anche quando si hanno equipaggiati elmetto e armatura, si può morire in un secondo. E' un sistema che punisce anche troppo gli errori del giocatore.

Considerata la poca varietà di armi e che non ci sono dei moduli con cui modificarle, il lootare e trovare equipaggiamenti è un'esperienza fin troppo semplicistica. Dopo pochi minuti che si è atterrati, si è in grado di trovare abbastanza armi e munizioni che possano durare per tutta la partita. Come risultato ci si può concentrare di più sul combattimento. Questa comunque è una lama a doppio taglio, perchè rende il mid-game piatto non avendo incentivi a trovare nuovo equip. I fucili AR-15 e AK47 bastano per gestire ogni tipo di situazione, rendendo le altre armi quasi del tutto irrilevanti. In aggiunta, il crafting system è uno spreco. Tutti gli equpaggiamenti si trovano così facilmente che è inutile raccogliere delle risorse per craftarli.

Il gameplay molto semplice di H1Z1 dà una sensazione di piattezza dopo che si gioca a lungo. A differenza di PUBG, con il suo realismo, e Fortnite, con le sue costruzioni, H1Z1 non ha un elemento con cui si riesce a contraddistinguere. Ogni partita è uguale alla precedente:atterra, trova un fucile, uccidi. Non cè spazio per la creatività, per la tattica e il chaos che si trova negli altri Battle Royale. Tutto questo incide molto sulla sua longevità.

La nuova modalità Auto Royale è un passo nella giusta direzione e riesce a dare un tono unico a H1Z1. In questa modalità, infatti, i giocatori saranno a bordo di veicoli piuttosto che a piedi. Un  giocatore di ogni squadra serve da guidatore mentre gli altri sparano dai sedili dei passeggeri. La mappa è stata modificata per adattarsi al meglio a questa modalità, con l'inserimento di rampe che si trovano in quasi ogni strada. E' veramente una modalità assurda e anarchica, cosa che fornisce una marcia in più rispetto al gameplay della versione Battle Royale classica.

H1Z1 poteva essere il re dei Battle Royale ai suoi tempi, ma con PUBG e Fortnite che hanno fatto evolvere questo genere in maniere uniche, H1Z1 ha perso di appeal. Per poter acquisire nuovamente la sua audience, deve prendersi più rischi sul lato creativo, come ha dimostrato Auto Royale. Se siete nuovi del genere, probabilmente non trovere abbastanza elementi che vi invoglieranno a continuare a giocare.

mmorpg f2p

notizie

articoli

hardware

Commenti:
Aggiungi un commento:
Perfavore effettua il login per commentare!