Elder Scrolls Online
6.4

Recensione Elder Scrolls Online

Elder Scrolls Online: Recensione di Greymoor, Elder Scrolls Online torna nei famosi luoghi di Skyrim

Recensione di Greymoor, Elder Scrolls Online torna nei famosi luoghi di Skyrim

Elder Scrolls 5: Skyrim è sicuramente il titolo che ha riscosso il maggior successo all'interno di questo franchise. Ha venduto ben oltre 30 milioni di copie, conquistando così il posto tra i 20 giochi più venduti di tutti i tempi. La Bethesda lo ha riproposto in tutte le salse, dalla versione originale per PC a quella per Nintendo Switch e Playstation VR. Nove anni dopo il suo lancio originale, i fans posso finalmente ritrovare il mondo di Skyrim.

Però, trovo Skyrim un pò noioso. Come mondo di fantasia da esplorare ed in cui perdersi è fantastico, ma esteticamente è sicuramente una delle location meno interessanti di Elder Scrolls. Ci sono montagne e foreste ricoperte di neve e delle rovine antiche tinte di grigio. Dunque mi viene da chiedermi: Quale è il senso di creare questi mondi e ambientazioni fantasy senza dargli un pò di colore?

Comunque, le ultime espansioni di Elder Scrolls Online sono state stupende. Morrowind ha riportato i giocatori nell'isola di Vvardenfell, casa degli Elfi Oscuri. Summerset, invece, ha riportato i giocatori nelle terre degli Alti Elfi. Poi è arrivato Elsweyr, dove il deserto e le foreste di bamboo ci hanno fatto arrivare a conoscere i Khajit, minacciati da pericolosi draghi.

Greymoor, invcece, ci porta in Skyrim Occidentale, un quarto della mappa di The Elder Scrolls 5: Skyrim. Qui possiamo apprezzare le lande che vanno dalla Frozen Coast a Mor Khazgur, fino ad arrivare a Karthwatch. Questo ci offre la possibilità di visitare alcuni luoghi iconici di Skyrim come Solitude e Dragon Bridge almeno un migliaio di anni prima degli eventi di Elder Scrolls 5.

Anche questo DLC ci lascia capire che il team di Elder Scrolls Online sà assolutamente il fatto suo. Fin dall'aggiornamento di Tamriel nel 2016 e di Morrowind l'anno dopo, ESO ci ha abituato a farci vivere delle storie grandiose, scritte alla perfezione e che si adattano in maniera superlativa al mondo in cui si svolgono. Ovviamente ci sono anche i dungeons e i raids, oggetti da collezionare, e feroci boss da sconfiggere. Comunque il punto di forza di ESO non è mai stato il combattimento, ma la sua trama fantastica che ci guida nel corso degli anni.

Questa cosa non è cambiata con Greymoor. Lyris e Fennorian sono dei compagni divertenti con cui andare in giro, e con cui vivere tutte le vicende che andremo ad affrontare in Wester Skyrim. Per esempio incontreremo l'equipaggio di una nave mercantile che si trova bloccato nella Frozen Coast; intrappolato dall'acqua ghiacciata tutto intorno alla nave. Oppure il racconto di una giovane donna che mentre cercava le traccie del suo amore è rimasta imprigionata in una prigione di ghiaccio. Un'altra avventura divertente ci chiederà di recarci in una città mineraria nascosta dove dovremo aiutare i minatori del luogo. Greymoor, perciò, è pieno di missioni secondarie molto interessanti e divertenti, perciò mi ha deluso parecchio il fatto che la quest principale non sia così interessante.

Le cose si fanno più interessanti quando si arriva a Blackreach. Questa è la zona sotterranea di Western Skyrim, e il luogo in cui gli sviluppatori hanno dato il meglio di loro. Anche se Skyrim è rappresentato esclusivamente da bianchi e grigi per il panorama innevato, Blackreach è un luogo pieno di funghi giganti luminescenti e delle stranissime creature a forma di meduse. In questo luogo bizzarro, troviamo le Dwemer ruins e una necropoli. Greymoor Keep, la fortezza da cui questa espansione prende il nome, è la vera ciliegina sulla torta.

Comunque devo ammettere che Blackreach non dà l'impressione di essere una ambientazione naturale come gli spazi esterni di Skyrim. Skyrim è un luogo in cui ogni cosa è collocata nel posto logico in cui dovrebbe essere, sia le quest che le città. Blackreach, invece, dà più la sensazione di essere un theme park, con la città mineraria collocata a poca distanza dal villaggio nascosto pieno di vampiri. Come hanno fatto i minatori a non vederli? Ma nonostante ciò a livello visivo Blackreach è sicuramente la parte forte di questa espansione!

Una nuova cosa di Greymoor sono gli harrowstorms, che comunque mi danno l'impressione di essere una nuova versione dei dark anchors, abyssal geysers e dragons delle precedenti espansioni, infatti sono essenzialmente degli world events che appaiono occasionalmente sulla mappa. Nella narrativa, gli harrowstorms rendono i cittadoni degli zombie,comsumando le loro anime per summonare dei Grey Host. In prtica, i giocatori devono distruggere delle witch pikes che sono protette da creature nemiche, prima di affrontare un boss finale casuale.

Purtroppo, a differenza degli eventi precedenti, questi danno l'impressione di essere molto confusionari. Gli sviluppatori volevano fare qualcosa di nuovo, ma hanno creato un qualcosa che è molto simile agli altri world events che abbiamo già visto in Elder Scrolls Online.

Comunque, ho finito la storia principale di Greymoor in circa 30 ore. Questo capitolo secondo me non regge il confronto con Morrowind, Summerset ed Elsweyr. In pratica ESO ripropone lo stesso grinding che abbiamo trovato fin dal 2016. Capisco la logica di voler tornare in Skyrim per il decimo anniversario di Elder Scrolls 5: Skyrim, ma sicuramente non è una delle ambientazioni più belle che abbiamo visto negli ultimi DLC di ESO, anche se sicuramente è pregna di nostalgia. Comunque, lo storytelling di ESO rimane sempre un esempio da imitare per tutti!

 



lascia un feedback

Elder Scrolls Online

Elder Scrolls Online

Elder Scrolls Online è un MMORPG fantasy pubblicato da Zenimax Online e Beteshda Softwork, basato sulla saga di Elder Scrolls. Il gioco è ambientato durante "The Age of Heroes", 1,000 anni prima gli eventi di The Elder Scrolls V: Skyrim, nella terra di Tamriel, che include anche Morrowind, Daggerfall e Skyrim. The Elder Scrolls Online ha quest sia in solo che in gruppo, dungeons pubblici, gilde, e PvP massivo che vede tre fazioni darsi guerra per il controllo di Cyrondil e del trono di Tamriel.

6.4
Positivo:
  • Nuovi personaggi interessanti
  • Narrativa eccellente
  • Skyrim!
  • Blackreach!
Negativo:
  • Schermate di caricamento lunghe
  • Combattimento macchinoso
  • Ambientazioni sotto tono
Commenti
Effettua il login per commentare!!