Una squadra della NHL proibisce ai giocatori di giocare a Fortnite per tutta la stagione

MMO-Arena NEWS

I Vancouver Canucks, un team professionale di hockey nella NHL, ha proibito ai suoi giocatori di giocare per tutta la stagione a Fortnite. Questo divieto è mirato a impedire ai giocatori di passare troppo tempo su Fortnite, per concentrarsi così maggiormente sulla stagione di hockey. Alcune persone della NHL si sono lamentate delle scarse prestazioni su ghiaccio di alcuni dei giocatori più giovani, probabilmente a causa delle sessioni di gioco intensive su Fortnite, o almeno è questo che presumono.

Altri giocatori della NHL hanno commentato la vicenda mostrando opinioni diverse a riguardo. Il centravanti dei Winnipeg Jets, Nikolaj Ehlers, nonchè grande fan di Fortnite, sostiene che i giocatori professionisti devono sapere cosa fare o non fare per essere pronti per giocare la stagione di hockey a buoni livelli, cosa che non include giocare a Fortnite fino alle 2 di mattina.

Zach Hyman, dei Toronto Maple, sostiene invece che questo divieto non era necessario e che Fortnite non è un problema. "Credo che si possa diventare dipendenti da qualsiasi cosa. Se giochi a Fortnite per 12 ore al giorno non è di certo la migliore cosa da fare, ma se ci giochi come una persona normale, una o due ore al giorno, allora non c'è problema".

Fortnite stà diventando un fenomeno culturale che ha avuto impatto su persone di tutte le età. E' stato mostrato anche durante il Saturday Night Live e alcune delle danze di Fortnite sono state utilizzate come esultanze dai giocatori durante i Mondiali di Calcio 2018.