La BioWare punta molto a creare un'esperienza di gioco personale, bastera'?

MMO-Arena NEWS

Anche se è intrigante assistere a uno Studio che lavora su qualcosa di nuovo, è sempre allarmante vedere quanti paragoni si riescono a fare con dei classici shooter che esistono oggi. Tutte le caratteristiche che erano tipiche dei giochi BioWare e che ce li facevano amare sembrano essere assenti. Questo è il motivo per cui i fans più hardcore dello Studio sono preoccupati.

Durante il PAX West abbiamo intravisto un chiaro focus sulla narrativa. Questo, accoppiato con la rimozione dei numeri del danno che comparivano sulla testa dei nemici, mi fà credere che la BioWare abbia preso a cuore le critiche mosse dai fans ad Anthem durante l' E3 2018. Quindi la BioWare starà pensando di inserire anche tutte le conversazioni e le interazioni con gli NPC a sfondo romantico? Potrebbe non accadere, ma i dialoghi di Anthem sono già molto più coinvolgenti ed inspirati rispetto alla stragrande maggioranza degli altri shooters.

La interazione coi personaggi sembra essere studiata molto più per essere un'esperienza che aiuta l'immersività più che la funzionalità. Mi spiego meglio, interagire con un NPC e migliorare la nostra relazione con lui, non ci darà pezzi nuovi di equipaggiamenti o altre missioni, ma sembra servire a creare un'esperienza di Anthem più personale. Ma comunque la mancanza di reazioni negative quando ci si concentra ad aumentare la nostra relazione con un NPC rispetto ad un altro è qualcosa a cui la BioWare non ci aveva abituato e soprattutto bisogna notare che i dialoghi sono stati semplificati eccessivamente, infatti si avranno a disposizione solamente due opzioni.

Comunque, tutte le critiche mosse a Mass Effect: Andromeda sono servite a qualcosa, infatti le animazioni facciali sembrano essere migliorate parecchio in Anthem. Non siamo ancora ai livelli di L.A. Noir o Until Dawns, ma sono più che accettabili.

E' importante sottolineare che la BioWare stà investendo molte risorse in Anthem. La loro intenzione è far diventare Anthem un punto di svolta nella storia dello Studio, ma questo sarà deciso realmente da un paio di fattori. Come riusciranno ad accontentare i loro fans più hardcore e Anthem riuscirà a tenere il passo con Destiny? La risposta è che bisognerà vedere se Anthem riuscirà a mantenere una propria identità.

Se la BioWare riuscirà ad integrare alla perfezione la loro innata capacità narrativa e il loro famoso e molto profondo sistema di dialoghi, allora riuscirà a suscitare interesse e a richiamare molti giocatori. Stessa cosa vale per i controlli che dovranno esser semplici ed immediati e un game loop sufficientemente intrigante, cose che hanno aiutato Destiny quando è stato lanciato per la prima volta. Se non sarà così, Anthem potrebbe seguire le orme di Titanfall, e si perderà tra le sabbie del deserto. La BioWare non può permettere che succeda questa cosa se spera di sopravvivere.

Con Anthem previsto per la release per PC, PS4 e XBox One il 22 Febbraio 2019, cè ancora un pò di tempo per migliorare le cose.