Arrestate Quindici Persone in Cina Per Uso di Cheat

Arrestate Quindici Persone in Cina Per Uso di Cheat

Sulla pagina Steam di PlayerUnknown's Battlegrounds è stato pubblicato un post nel quale si parla delle recenti misure anti-cheat e dei risultati che sono riuscite a produrre. PUBG Corp sta lavorando fianco a fianco con le autorità Cinesi per far rispettare la recente legislazione che proibisce lo sviluppo e la vendita di programmi hacking/cheating. Il 25 Aprile, quindici sospettati sono stati arrestati per aver utilizzato dei programmi sospetti, tra cui del software Trojan.

Le investigazioni hanno determinato che queste quindici persone erano coinvolte nello sviluppo di hack programs, possedendo, inoltre, dei negozi online dove venivano venduti. Fino ad oggi, le multe imposte raggiungono i $5.1M di dollari.

Prendiamo in maniera molto seria il cheating. Sviluppare, vendere, promuovere oi utilizzare programmi non autorizzati atti al cheating non è solamente scorretto verso gli altri giocatori di PUBG, ma in molti modi è anche contro la legge.

Abbiamo aggiornato le nostre misure di sicurezza, migliorato le nostre misure anti-cheating, e recentemente abbiamo anche aggiunto anche altre misure anti-cheat. Nel frattempo, stiamo continuando a raccogliere informazioni su chi sviluppa gli hack (e chi li vende) e stiamo lavorando in maniera intensiva con molti partners e autorità per poter consegnare queste persone alla giustizia.

Potete leggere l'articolo per esteso visitando il sito di PlayerUnknown's Battlegrounds

lascia un feedback

Commenti
Effettua il login per commentare!!
Oppure
Commenta come Ospite
PlayerUnknown's Battlegrounds

PlayerUnknown's Battlegrounds

Data Rilascio 12/31/2017

Piattaforma:
PCPS4XBox One
Publisher
Bluehole Studio
Genere
MMOFPS, Real Life

Vota

Il tuo contributo è Importante!
Scrivi una Notizia