Shadow of The Tomb Raider - Ecco Perchè Shadow of the Tomb Raider Sarà un Finale Della Trilogia Così Importante

Ecco Perchè Shadow of the Tomb Raider Sarà un Finale Della Trilogia Così Importante

Lara è un personaggio di grande sostanza, impegnata nel suo cammino per passare da timida avventuriera ad una esploratrice senza paura. Per David Anfossi, capo della Eidos di Montreal, la fine della trilogia è stata sempre pensata per far vedere come Lara Croft è diventata una Tomb Rider.

La trilogia è tutta incentrata su Lara. Se guardate indietro nel tempo e vi soffermate sulla Lara Croft degli anni 90, era già la perfetta Tomb Raider. In questa trilogia abbiamo voluto essere più "character-centric" ed è proprio qui che la cosa diventa interessante per le persone creative. In Tomb Rider del 2013, Lara era una adolescente, doveva affrontare degli ostacoli su cui non aveva alcun controllo, era sopraffatta, il suo unico scopo era sopravvivere".

In Rise of The Tomb Rider ha sicuramente più controllo, vuole esplorare, si può capire anche dalla copertina del videogioco, infatti tiene in mano una torcia con lo sguardo rivolto verso l'oscurità, cosa che delinea la sua intenzione ad esplorarlo.

Eidos Montreal è crescuta insieme a Lara durante questo percorso. Inizialmente assisteva Crystal Dynamics (lo sviluppatore principale dei primi due giochi), mentre adesso lo studio si occupa dello sviluppo del gioco finale, cosa che implica una sorta di crescita.

Era totalmente nella nostra volonta' di fare un Tomb Raider, come persone creative quali siamo è una grande sfida, con un franchise molto interessante e un personaggio molto forte su cui lavorare.

David ha fatto notare che durante i primi giorni di sviluppo, mettere d'accordo tutte le menti creative provenienti da differenti teams è stato un lavoro molto delicato.

Abbiamo lavorato con Crystal, principalmente all'inizio perchè è dove si decide il percorso che vorrai seguire. Avere degli esperti qui che hanno lavorato sui primi due Tomb Raider, portando al contempo del sangue fresco, e continuare la nostra collaborazione con la Crystal è stato perfetto. Non è stato un lavoro facile perchè quando si hanno persone talentuose ti devi assicurare che riescano a lavorare insieme, cosa che non è scontata, ma comunque è stato un successo, e avere gli esperti8 della Crystal qui con noi è stato stupendo.

Sono state consegnate alla Eidos le chiavi del regno e la responsabilità di chiudere la trilogia, ma prima di iniziare il lavoro, il team ha fatto i suoi compiti a casa sui titoli precedenti, e questo include anche l'aver ascoltato le critiche e i feedback dei fans.

Prima ancora di aver iniziato a concepire il gioco, abbiamo fatto i nostri compiti, e tra questi possiamo inserire l'aver letto i feddback dei giocatori che avevano giocato a Rise of Tomb Raider, e abbiamo imparato tanto. Ovviamente bisogna avere rispetto dell'idea originale della trilogia, quindi, chiudendo la storia, bisogna essere rispettosi dell storia che ha alle spalle Lara.

Vogliamo assicurarci che il ritmo di questo ultimo titolo della trilogia sia perfetto, che abbia il giusto bilanciamento tra platforming, storia, tomb raiding e combattimento.

Dopo tutti i precedenti titoli dove Lara era la perfetta Tomb Raider, con il peino controllo della situazione, speriamo che con questa trilogia i giocatori possano capire in fondo come sia diventata quella Tomb Raider che hanno iniziato a conoscere negli anni 90. Ma la cosa che abbiamo adesso, più delle nuove tecnologie, nuove console, hardware e sftware più potenti, è la vera comprensione del personaggio di Lara. Anche se l'ambientazione è abbastanza surreale, le è vera, ha una sua storia, possiamo immedesimarci in lei.

Credo che alla fine di questa trilogia i giocatori potranno capire veramente chi è Lara Croft, e perchè p diventata quello che è. Questo era ciò che volevamo quando abbiamo dato il via al reboot di questo franchise.

Quindi anche se Shadow of the Tomb Raider concluderà un viaggio partito nel 013 e durato 5 anni, riporterà i giocatori in un luogo dove è iniziato tutto nel lontano 1996. Solamente questa volta riusciremo a vedere Lara come è veramente, da dove è venuta e cosa ha fatto per arrivare fino a questo punto.

lascia un feedback

Commenti
Effettua il login per commentare!!