Generale - Gli eSports Sanciranno la Fine dei Giochi in Single Player?

Gli eSports Sanciranno la Fine dei Giochi in Single Player?

Gli MMO sono stati sempre terreno fertile per la creatività. Tutti i giochi competitivi che ci sono oggi: SMITE, Overwatch, League of Legends e così via, affondano le proprie radici negli MMORPG. Questo stile di giochi adesso è diventato un eSport e ogni anno attira sempre più investitori. Avete sentito la storia che la EA sta chiudendo degli studios che si occupano di giochi in single player? Ma la domanda cruciale è: Questo processo porterà alla fine dei giochi in single player?

La EA chiude Visceral Games

Questa notizie è stata una sorpresa. Comunque, è molto triste sapere che un gioco in single player di Star Wars è stato fatto e nessuno ci potrà mai giocare. La EA ha preso delle decisioni discutibili negli ultimi tempi e questa è una di quelle. Tutti vogliono giochi che abbiano delle funzionalità online. E anche se questo è un bene per gli MMO, di certo ne risentono le esperienze in single player. Questa è stata veramente una notizia triste, ma comunque stiamo pur sempre parlando della EA quindi non dovremmo sorprenderci.

Il Successo degli eSports

Gli eSports stanno dominando il panorama dei giochi. Gli investitori stanno cercando di costruire delle Leghe e dei brands che possano raggiungere un pubblico compreso tra i 13 e 25 anni. Non hanno molti modi per attirare dei fans giovani, ma i giochi e gli eSports sono veramente un modo vincente per farlo. Come risultato, stiamo vedendo la nascita di molti giochi disegnati specificatamente per gli eSports. Overwatch di certo ha avuto un fattore eSport nel suo DNA fin dal lancio. Questo va anche bene perchè sia la Blizzard che Starcraft sono i pilastri su cui gli eSports si sono fondati.

Con tutte le notizie e le attenzioni che stanno ricevendo gli eSports, è normale che rimanga sempre meno posto per un gioco che fornisca un' esperienza in single player di tutto rispetto. E' divertente vedere come solo nel 2014-2015, giochi come Fallout e The Witcher, vincevano premi come miglior gioco dell'anno, mentre adesso vengono chiusi degli studios solo perchè hanno pensato di realizzare un gioco in single player.

 

Gli MMO possono avere entrambi

Spesso, capita di non volere altri giocatori nel proprio sandbox. Anche negli MMO alcune volte  si vuole giocare da soli. Come giocatori di MMO ci piace avere scelta. Un gioco come Destiny 2 offre sia il single player, multi-player e PvP in un format molto solido. Si può scegliere cosa fare.

I giochi competitivi vi possono fare impazzire. Se si gioca parecchio ad Overwatch o LoL, è veramente difficile dormire dopo aver perso. I giochi dovrebbero essere rilassanti e dare un modo di staccare dalla vita vera. Comunque, quando si è costretti a cimentarsi di continuo in una modalità competitiva, anche se divertente, alla fine risulta essere stressante.

C'è ancora tanto bisogno di vedere titoli in single player. La Beteshda è famosa per i suoi mondi stupendi e Skyrim è l'esempio di un gioco in single player che veramente ha fatto la storia. Quindi spero che in futuro questi giochi non spariscano del tutto, perchè molti di questi sono molto divertenti e hanno fatto passare tonnellate di ore piacevoli a parecchia gente.

Non fraintendetemi però! Non sono assolutamente contro gli eSports e il gioco competitivo. Io sarò per sempre grato agli eSports per quello che stanno facendo per i videogiochi. Mi ricordo i tempi in cui se giocavi ai videogiochi venivi additato come "sfigato" (passatemi il termine) e disadattato. Adesso, grazie agli eSports, quasi tutti i giovani hanno avuto delle esperienze con i videogiochi e giocare è diventato un metodo di aggregazione tra le persone. Piano piano sta cambiando il modo in cui vengono visti i videogiochi e chissà, magari tra una decina di anni, diventerà una vera e propria professione.

lascia un feedback

Commenti
Effettua il login per commentare!!