Le Nostre Riflessioni Sull' E3 2018

Nel corso degli ultimi due anni, l' E3 ci ha abituati a grandi annunci e notizie, ma senza mai shoccare mai veramente ii fans. Nel 2018 si era ipotizzato che l' E3 sarebbe girato intorno soprattutto ai giochi Battle Royale. Non avremmo mai potuto pensare che i veri protagonisti della scena sarebbero stati dei giochi basati su una storia, ma evidentemente ci sbagliavamo. Le compagnie stanno spingendo molto su titoli con una forte narrativa come The Last of Us 2, Ghost of Tsushima e Cyberpunk 2077. La più grande notizia di questo E3, secondo me, è stato l'annuncio da parte delle Bethesda di un MMO basato sul mondo di Follout.

Il Caso Anthem

La EA ha subito un duro colpo quest'anno con il caso delle lootboxes di Battlefront 2. Il gioco era studiato con un sistema di monetizzazione orribile, incentrato solamente sul far spendere i soldi ai giocatori. Quest'anno, però, si vogliono rifare con l'annuncio di Anthem, che uscirà nel 2019. Abbiamo visto i trailers ed è stato definito il clone di Destiny. Ma, adesso che abbiamo potuto vedere più materiale mostratoci durante l' E3 2018, possiamo dire che è più un mix tra Destiny e Monster Hunter. Ma la vera domande che sorge spontanea, alla luce degli eventi recenti, è quale sarà il sistema di monetizzazione adottato da Anthem?

Assassin's Creed e Starlink

La Ubisoft si è comportata molto bene all' E3, ma ha avuto delle mancanze negli anni passati. For Honor non è andato molto bene, ma nonostante ciò, stanno continuando a lavorare sul gioco per migliorarlo. Durante la press conference di quest'anni è stato annunciato Assassin's Creed Odissey, che sarà ambientato nell'antica Grecia, ma il vero protagonista della conference è stato Starlink. I Fans sono rimasti estasiati nel vedere il prodotto della collaborazione tra Ubisoft e Nintendo per creare i personaggi per questo titolo.

La Bomba della Bethesda: Un MMO su Fallout

Credo che negli anni passati chiunque non avrebbe mai pensato che un MMO sarebbe stato il protagonista dell' E3. Comunque, Fallout 76 ha sorpreso tutti, donandoci un nuovo genere di MMO. Ci sono molte questioni su cui discutere, per esempio sul numero di persone che potranno essere sullo stesso server, ma una cosa è certa: Fallout per la prima volta metterà più persone nello stesso mondo persistente. Probabilmente Elder Scrolls Online ha fatto capire alla Bethesda che i giochi online fanno fare soldi, e li continuano a far fare nel tempo. ESO continua a vendere le espansioni e può vantare di avere una playerbase di oltre 11 milioni di giocatori.

Adesso avremo Fallout, da seguire e da amare per parecchi anni. Ma la Bethesda non si ferma qui. Hanno annunciato, infatti, anche una versione mobile di ESO e l'inizio dello sviluppo di Elder Scrolls VI. Quest'anno la Bethesda ha fatto una vera e propria dichiarazione di guerra a tutte le altre compagnie!

Le Nostre Riflessioni Sull' E3 2018

Sony punta sulla narrativa

Ma, in tutto ciò, anche la Sony non è stata da meno annunciando The Last of Us 2 e Spiderman. Per non menzionare poi Cyberpunk 2077. Questi titoli hanno sicuramente catturato l'immaginazione dei fans che adesso li bramano e non vedono l'ora che escano. Chiaramente, valutando i giochi annunciati dalla Sony, la compagnia ha voluto puntare sui giochi narrativi, dove il giocatore sarà catturato dper ore da una storia avvincente. Devo dire di essere contento che la Sony abbia intrapreso questa strada perchè il trend attuale dell'industria dei videogiochi rischia di far sparire i giochi classici da giocare in solo con le luci spente e con l'audio a tutto volume.

Ti è piaciuto questo articolo?

mmorpg f2p

notizie

hardware

Commenti:
Aggiungi un commento:
Perfavore effettua il login per commentare!