E' da poco che Dauntless è passato dalla closed alla open beta. Come parte di questa transizione, Phoenic Labs ha incluso molti miglioramenti e aggiornamenti per accogliere i nuovi giocatori. E, nonostante una partenza in salita, sembra che abbiano funzionato visto che altre un milione di giocatori hanno preso parte alla caccia ai Behemoths fin da quando i servers sono andati live.

Ma, man mano che Dauntless si fà strada verso la release finale, possiamo fare un riassunto di tutto ciò che può offrire il gioco. Molte parti findamentali del gioco sono ancora bloccate, e molti dei sistemi secondari sono al loro posto. Lo studio ha pubblicato una roadmap che seguirà per lo sviluppo dei contenuti futuri di Dauntless, ma ormai è ben definita l'essenza che caratterizza il gioco: la caccia ai Behemoths.

Adesso, con l'inserimento di colori e oggetti cosmetici, è possibile spendere soldi reali all'interno di Dauntless. E quindi viene naturale porsi delle domande: Vale la pena scaricare, giocare e spendere i soldi su Dauntless? Questa non vuole essere una recensione (aspettiamo la release finale per quella) ma piuttosto un punto della situazione dello stato attuale del gioco.

La corsa alla open beta

Nella corsa alla open beta, sicuramente avrete visto il cinematic trailer. Quello che mi ha sorpreso, comunque, sono le cutscenes presenti all'interno del gioco che hanno come protagonista il nostro personaggio, fresco fresco di creazione. E' stato veramente un tocco sorprendente che sono riusciti a dare al gioco che ha rafforzato sicuramente l'introduzione a Dauntless. Aggiungete a questo le diverse quest che offre Ramsgate e avrete come risultato un'esperienza molto immersiva.

Inoltre, adesso sono spiegate anche molto meglio le ragioni che hanno portato a questo conflitto e perchè il mondo è diviso in diverse isole volanti e di come l' Aether sia così prezioso. Inoltre viene spiegato anche di come i Behemoths si cibino dell' Aether, aumentando di conseguenza il pericolo che le isole cadino sopra Ramsgate. Anche se gli studiosi stanno cercando una soluzione, sembra che gli Slayers siano la migliore risposta al problema per adesso.

La premessa iniziale: Proteggi Ramsgate, uccidi i Behemoths, loota i materiali e crafta il tuo equipaggiamento per affrontare Behemoths sempre più forti. Concentrati sull'utilizzo di un'arma o imparane più di una. Questa è l'introduzione a Dauntless e sembra essere molto chiara e diretta, dando al giocatore tutte le informazioni di cui ha bisogno per iniziare la propria avventura.

Questi dannati Behemoths

Il gameplay di Dauntless è abbastanza semplice: Combatti, Combatti e Combatti. Un gruppo di 1-4 giocatori atterra su un'isola per dare la caccia ai Behemoths, utilizzando diversi equipaggiamenti per compiere l'impresa. Per la maggior parte del tempo è molto divertente, si riesce veramente a percepire le varie differenze di ogni Behemoths e la differenza dei loro attacchi che vanno conosciuti ed imparati per poter riuscire nell'impresa. Il combattimento è molto ben fatto: Se si è abbastanza bravi si riesce a tenere il Behemoth sotto controllo riuscendo ad avere un vantaggio tattico all'interno della battaglia.

Ma ci sono anche molte ripetizioni. Da quello che ho potuto vedere, nella zona Yonder Keys i Behemoths seguono dei comportamenti regolari. Scappano sempre allo stesso punto della battaglia, e si muovono sempre nei stessi posti. Vanno in rage e diventano rossi, ma utilizzano sempre la stessa rotazione di attacchi. All'inizio ero molto entusiasta di questi combattimenti, ma dopo averli ripetuti qualche volta sono diventati monotoni.

La strada verso la release

Sconfiggere i Behemoths non è fine a sè stesso ma ha anche uno scopo finale. I cittadini di Ramsgate offrono delle ricompense se si dà la caccia ad alcuni tipi di Behemoths riportando indietro le parti del loro copro, ma queste parti possono essere anche utilizzate per craftare nuovi oggetti. Si possono anche sbloccare nuovi tipi di oggetti craftabili dopo un pò di tempo.

Comunque la sensazione che ho avuto, è che si dà molta più enfasi sul craft che sulle relazioni politiche tra le fazioni e le forze politiche che si nascondono dietro il servizio che offrono i vari fabbri, alchemisti etc. Alcune quest accennano a questa cosa, ma non è venuto mai alla luce veramente. Forse Phoenix stà tenendo questo lato del gioco come "chicca" da offrire ai giocatori al momento della release finale del gioco.

Fatto stà che le gilde al momento hanno poco significato. Faccio parte di un piccolo team ma è veramente complicato riuscire a capire chi è online se non lo si ha nella propria lista di amici. Inoltre, fare parte di una gilda non offre neanche lacun vantaggio se non quello di avere lo stesso tag sulla testa. Spero veramente che questa cosa sia implementata meglio perchè dà proprio la sensazione di essere una feature non ultimata.

Tempo di provare Dauntless

Come ultimo arrivato nel genere dei giochi della caccia ai mostri, Dauntless offre un combattimento divertente e ben fatto, dove l'abilità personale e la propria conoscenza sul Behemoths hanno un reale impatto sull'esito della battaglia. Inoltre il matchmaking è molto ben fatto e permette di trovare compagni di avventura molto facilmente.

Ma, essendo in open beta, Dauntless dà la sensazione di non essere ancora finito. Le Gilde e il sistema di reputazione ancora non sono presenti, e il tutorial è molto rudimentale. Attualmente l'unico modo di trovare informazioni sul gioco è visitando le wiki dei fans e cercando risposte su Reddit.

Comunque, nonostante tutto, penso che Dauntless debbe essere provato, soprattutto perchè è free to play quindi non costa nulla dargli una chance. Poi starà a voi scegliere se spenderci deii soldi veri sopra o no, ma tutto ciò che può essere acquistato è completamente opzionale e non dà alcun vantaggio all'interno del gioco. Alla fine, sono le abilità del giocatore che contano in battaglia, ed è proprio così che deve essere, quindi si può dire che Dauntless abbia fatto un buon lavoro per il momento.